SILVIA BECCARIA,
  1. A RUOTA LIBERA, 2014, gomma, nylon, pvc, 97×48 cm, intreccio manuale
  2. PAVONIA , 2015, gomma, nylon ,viscosa, 71×48 cm, intreccio manuale (particolare)

 

Silvia 
— BECCARIA

 

Il progetto artistico di Silvia prende vita dal senso dell’arte dell’intreccio che contiene, nel suo significato più̀ profondo, il concetto della scrittura e del racconto. Intrecciare è, infatti, l’arte del comporre una trama così come si fa con la penna su un foglio di carta…. Le trame sono i suoi colori e i suoi pennelli, “dipinge” con materiali che trasforma in filamenti intrecciabili, quali gomma, plastica, carta e così via, quelli che meglio, di volta in volta, le permettono di esprimere il concetto dell’opera. L’incanto della natura, il visibile e l’invisibile, i luoghi della memoria, la bellezza del linguaggio e della poesia, le connessioni tra tessitura e scrittura diventano parte integrante dei suoi racconti creati filo dopo filo dando vita ad installazioni che germogliano dalla tela

PAVONIA , 2015, gomma, nylon ,viscosa, 71×48 cm, intreccio manuale (particolare)

SILVIA BECCARIA

SETAS DE MAR, 2014,  gomma, plastica, nylon, viscosa, 135×53 cm, intreccio manuale, (particolare)

AFRICA, 2005,  trittico in pvc, rafia, lino, intreccio manuale, 146×140,                                                            show room Gervasoni – Photo Francesca Iovene       Styling Beatrice Rossetti Studio                                          Art Direction Studio Otto – Paola Navone

SILVIA BECCARIA

VENTO NEL GRANO , 2014, gomma, nylon, filo da sutura, intreccio manuale    117×40 cm (particolare)

 

Silvia Beccaria (Torino, Italia, 1965) vive e lavora a Torino, è un’artista visiva che utilizza l’intreccio come medium espressivo.

Dopo una Laurea in Filosofia e un Master in Arte Terapia presso l’Università di Torino, ha iniziato un percorso di studi sotto la guida dell’artista olandese Martha Nieuwenhuijs proseguendo con progetti didattici nel Dipartimento Educazione del Museo di Arte Contemporanea a Rivoli.

Principali esposizioni: Triennale Design Museum (Milano); Palazzo Carignano (Torino); Casina delle Civette-Musei di Villa Torlonia (Roma); DCK Design Centrum (Kielce, Polonia); Spazio Culturale Ratti-Ex Chiesa di San Francesco (Como); Bookshop Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (Torino); Città della Scienza (Napoli); Center for the Arts at Casa Colombo (Jersey City, NJ, USA); Museo delle Mura Aureliane (Roma); Palazzo Collicola-Arti Visive (Spoleto, PG); Palazzo Barolo, Torino ; Centro Culturale Vila Flor, (Guimaraes, Portogallo);  Misp Museo Arte del XX e XXI secolo (San Pietroburgo, Russia), Muse Diffuse (Gressoney st.Jean) e galleria Fiber art and…   Sue opere sono presenti nella collezione civica di fiber art a Chieri (Torino), di  Arte contemporanea a Moncalieri e nella Collezione IGAV (Istituto Garuzzo per le Arti Visive) Saluzzo (Cuneo).